Lumi Industries
4e3398827a550922314bcbe5b823e91d.jpg

Stampa 3D per l'arte e la conservazione del patrimonio culturale

Stampa 3D per l'arte e la conservazione del patrimonio culturale

 Tecnologie di stampa 3D nel campo della conservazione, dello sviluppo e della divulgazione del nostro patrimonio.
"Questo è uno di quei momenti in cui la tecnologia cambia ciò che un museo può essere".

- Chris Michaels, British Museum, Responsabile Digital & Publishing

Le nuove tecnologie digitali, a cui appartiene la stampa 3D, sono processi che portano alla creazione di un oggetto fisico a partire da un file digitale (2D o, più spesso, 3D). Stanno creando nuove opportunità e nuovi strumenti per coloro che lavorano nel campo archeologico, artistico e storico. In particolare, le tecnologie di scansione 3D e di stampa 3D hanno introdotto grandi innovazioni nella conservazione, dello sviluppo e della divulgazione del nostro patrimonio. Le tecnologie coinvolte sono: scansione, modellazione e stampa tridimensionale. Queste tecnologie ci permettono di:

1.        Archiviare qualsiasi tipo di reperto archeologico o opera d'arte, anche se irrimediabilmente perso, grazie alla scansione e alla successiva creazione di un modello 3D.

2.       Restaurare digitalmente: ricostruire le parti mancanti solo in modo virtuale o direttamente con la riproduzione delle parti mancanti, grazie alla modellazione 3D.

3.       Fornire una maggiore accessibilità di opere e reperti con percorsi tattili per disabili, come ciechi e ipovedenti, o per creare più tour interattivi per bambini e adulti. E in questi casi, la stampa 3D può rivoluzionare il piacere offerto delle opere d'arte, conferendole una dimensione tattile e restituendo al patrimonio archeologico e storico-artistico una nuova vita.

In questo campo collaboriamo da tempo con 3D Archeolab a Makars: la prima Scuola di fabbricazione digitale in Italia, per la conservazione e lo sviluppo del patrimonio culturale. Un corso teorico-pratico per acquisire competenze importanti in modo semplice ma efficace e portare nuove tecnologie digitali nel campo della valorizzazione e conservazione del patrimonio culturale. Nel luglio 2017 insieme a 3D Archeolab, in collaborazione con il Comune di Montebelluna, e il Museo di Storia Naturale e Archeologia, , e con il supporto di Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le province di Βelluno, Padova e Treviso, abbiamo organizzato la prima MAKARS SUMMER SCHOOL in Veneto: un'intensa settimana di studio e pratica sul campo per apprendere i rudimenti delle due tecniche di rilevamento 3D: fotogrammetria e scansione 3D, modellazione 3D e ottimizzazione del modello tridimensionale e la stampa 3D.

Leggi  qui il diario di questa esperienza:
MAKARS SUMMER SCHOOL VOL.I - Introduzione al rilievo 3D
MAKARS SUMMER SCHOOL VOL. II - Rilievo 3D sul campo con fotogrammetria e scansione 3D
MAKARS SUMMER SCHOOL VOL.III - Ottimizzazione dei modelli 3D e pubblicazione online
MAKARS SUMMER SCHOOL VOL. IV - Stampa 3D a filamento e resina.